Ufficio esportazione

UFFICIO ESPORTAZIONE

UFFICIO ESPORTAZIONE

Direttore: Valeria Moratti
valeria.moratti@beniculturali.it
Collaboratori: Fabio Olivieri, Giovanna Abbruzzese
fabio.olivieri@beniculturali.it
giovanna.abbruzzese@beniculturali.it

Tel.: 011 5641701/703/747
Fax: 011 5641747
sabap-to.ufficioesportazione@beniculturali.it

Gli Uffici di Esportazione, istituiti e disciplinati dal Capo IV del R.D. 3164 del 31.12.1923 e dal D.P.R. 28.07.1967, rivestono la funzione di controllo sulla circolazione dei beni in entrata e in uscita dal territorio nazionale. La normativa sull'esportazione è regolata dagli artt. 65-74 del D. Lgs. 42/2004 (Codice dei Beni culturali e del Paesaggio).

Dal 29 agosto 2017 è in vigore la legge 2 agosto 2017 n.124, che introduce nuove norme per l'esportazione di opere d'arte (art.1 commi 175 e 176). Nelle more della predisposizione del decreto ministeriale attuativo (previsto dall'art. 1 comma 175 legge 129/2017) trova immediata applicazione solo il requisito di anzianità dei 70 anni previsto per i beni di cui si chiede l'attestato di libera circolazione, come da circolare della Direzione generale archeologia, belle arti e paesaggio n.45 del 28/08/2017.

L’Ufficio autorizza l’esportazione ovvero la vieta per quei beni, la cui uscita definitiva determini un danno per il patrimonio culturale italiano.

Svolge altresì attività di controllo – consulenza sulle opere provenienti dai Paesi Terzi. Tale attività implica un assiduo raccordo operativo con gli uffici doganali.

Dal giugno del 2002 collabora con il Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Torino nell'attività di contrasto e per il recupero dei beni culturali illecitamente esportati.

Dal 1° gennaio 2011 le procedure hanno modalità digitale (Sistema SUE), con la sola deroga per le istruttorie relative a trasferimenti temporanei di opere che partecipano a eventi espositivi. L’utilizzo del Sistema avviene attraverso l’accreditamento dell’utente al sistema ministeriale denominato “SUE” all’indirizzo: https://sue.beniculturali.it/ Il sistema genera per ogni utente un codice di registrazione e successivamente fornisce una password operativa. Le istanze, stampate e opportunamente firmate, vanno consegnate all’Ufficio in duplice copia con corredo fotografico a colori.

I termini di trattazione delle istruttorie per opere antiche decorrono dalla data di accertamento e scadono al raggiungimento del 40° giorno. I termini di trattazione delle istruttorie per le opere d’arte contemporanee decorrono dalla data di consegna della documentazione cartacea opportunamente firmata e scadono al raggiungimento del 30° giorno.

 L'Ufficio rilascia:

  • Attestati di Libera Circolazione e Licenze di esportazione per l'uscita definitiva dal territorio nazionale dei beni culturali di proprietà privata e ri-esportazione opere a chiusura delle mostre in Italia;

  • Attestati di Circolazione Temporanea e Licenze Comunitarie Temporanee per i beni di proprietà privata e pubblica;

  • Certificati di Avvenuta Importazione e Certificati di Avvenuta Spedizione per i beni di proprietà privata e/o destinati per mostre in Italia;

  • Rinnovi dei Certificati di Avvenuta Importazione/Spedizione per beni di proprietà privata.

  • Convalida delle autocertificazioni di beni culturali aventi meno di settant'anni o eseguite da autore ancora vivente.

Apertura al pubblico:

Tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9,30 alle 12.30 e dalle 15,00 alle 16,00.

Martedì riservato alla presentazione dei beni librari ed espletamento delle relative pratiche. Solo su appuntamento dalle ore 9.30

Giovedì riservato alla presentazione dei beni artistici e storici ed espletamento delle relative pratiche. Solo su appuntamento dalle ore 9.30.